TIPI DI ESCHE: LA CORBOLA

L’esca che vi propongo, usata “viva” da risultati veramente eccezzionali.

La corbola è di facile reperibilità, si trova ovunque nelle barene a circa 40 cm dalla superfice fangosa.

La “tana” la si può individuare perché sopra di essa vi sono solitamente 2 fori uno d’entrata e l’altro d’uscita a distaza variabile dai 10 ai 40 cm l’uno dall’altro.

Una tecnica che uso per catturarla consiste nel premere un contenitore a fondo chiuso da un lato (per es. un vaso) premendolo nel fango tra i due fori fino ad una profondità di 30 cm espellendo per pressione  la nostra esca da uno dei 2 fori.

Un’attrezzatura che mi son costruito consiste nel saldare un tubo all’estremità di un vaso di latta (meglio se acc.inox). All’estremità del tubo viene saldato un piatto (con un foro proprio in prossimità del tubo) per appoggiare le mani.

Anche il  vaso deve avere un foro proprio in mezzo al tubo saldato.

I 2 fori servono per espellere meglio il fango che entra nel tubo.

Qundi nella fase di spinta sulla superfice fangosa, il foro (vicino alle mani) va tenuto tappato, mentre nella fase di scarico il foro va lasciato libero così da evitare il sotto-vuoto e rendere diffidile l’espulsione del fango.

Il foro una volta pressato il vaso sotto il fango permette lo scarico del stesso, evitando il formarsi del sotto-vuoto e rendere l’espulsione della fanghiglia un problema.

Attenzione, procuratevi un piccolo retino per prendere le corbole appena fuori escono dai buchi (sono veloci e alcune volte sono nascoste nell’acqua sporca ).

Dal mio punto di vista dopo la cosidetta “maciarea”, la corbola è un’ottima esca per i branzini di media e grossa taglia, nonché per le corvine (ombrine) e le mormore.

La mia abitudine è quella usare sempre terminali molto leggeri (dallo 0,22 allo 0,30) rispetto al filo madre imbobinato, questo per insospettire il meno possibile le nostre prede e nel caso usiamo esche vive, renderne il movimento più naturale possibile.                                                                                       Fabrizio

Comments