SURF CASTING NELLE NOSTRE SPIAGGE

Una domenica di fine aprile durante una passeggiata lungo il litorale del Cavallino, ho avuto l'occasione di vedere all'opera un ragazzo appassionato di pesca ed in particolare con la canna.
Eravamo in spiaggia e lui aveva piantato sui porta canne 4 canne da surf casting armate perfettamente e ben posizionate.
Scambiando due parole, commentavamo il fatto che le nostre spiagge non danno grosse soddisfazioni per questo tipo di pesca vista sia la conformazione del nostro fondale e sopratutto per il fatto che le reti e tutte le attrezzature che raccolgono vongole ed altre specie delle cosidette "cappe", non lasciano nulla da "mangiare" a mormore e orate ben presenti quando siamo in stagione.
La prova? Presto detto, vi sono ben visibili ad occhio nudo lungo le nostre spiagge a qualche miglio dalla costa partendo da Jesolo a Chioggia, coltivazioni di mitili delimitate da boe e segnaletiche varie. 
Personalmente e comunque a distanza regolamentare e a norma di legge mi sono ancorato con la mia barca su uno dei fianchi di queste aree e le orate che ho preso avevano tutte l'intestino pieno zeppo di pezzi di mitili (il pesce va dove si può nutrire).
Che dire? Certo è che se continuiamo a distruggere i fondali facendone piazza pulita, poche possibilità abbiamo di mantenere in equilibrio l'ecosistema marino ..
Ma torniamo al surf casting, la conversazione è continuata con scambi di tecniche e sopratutto concludendo che i posti migliori per il serf sono le nostre dighe, Jesolo, Punta Sabbioni, Chioggia e il top della resa è la pesca notturna su queste dighe...
continua.....
Fabrizio
 
Comments