LO SGOMBRO

Scomber scombrus, conosciuto comunemente come scombro (o sgombro), lacerto o maccarello è un tipico pesce azzurro

Questa specie è diffusa nelle acque costiere del Mediterraneo e del Mar Nero nonché nel Nord Atlantico dalle coste marocchine e spagnole fino al mar di Norvegia. È presente anche nelle acque islandesi, groenlandesi e al largo del Canada. Abita le acque comprese tra 0 e -200 metri di profondità, svernando in acque profonde e tornando verso le coste nelle stagioni più calde.Il corpo è allungato e affusolato, con bocca a punta e occhi grandi. Presenta due pinne dorsali, la seconda delle quali è seguita da 5 piccole pinne stabilizzatrici sul peduncolo caudale, opposte e simmetriche ad altre 5 pinnette tra la pinna anale e la caudale. La coda è fortemente bilobata.
La
livrea presenta un dorso grigio-bluastro, che sfuma verso i fianchi fino ad incontrare il ventre bianco argenteo. Dal dorso partono delle tigrature verticali nere che arrivano all'altezza della linea laterale. Le pinne sono grigio-azzurre.
Non ha squame. Raggiunge eccezionalmente una lunghezza di 50 cm ed ha una speranza di vita di 17 anni.La deposizione avviene all'interno dei numerosissimi banchi che forma, tra marzo
e agosto, a seconda della zona. Le uova, gialle e sferiche (1,2-1,4 mm di diametro), si schiudono dopo 6-7 giorni. Le larve, alla lunghezza di 6 mm, assorbono il sacco vitellino e possiedono mandibola già munita di denti. Gli sgombri sono sessualmente maturi dalla lunghezza di 24-30 cm.Ha dieta onnivora: si nutre di plancton meduse , piccoli pesci uova e larve di pesci, gamberi, vermi e molluschi gasteropodi.Viene catturato in grandi quantità soprattutto con le reti da circuitazione. I pescatori sportivi lo insidiano a traina o a bolentino, con esche sia naturali che artificiali. Date le sue abitudini pelagiche è indispensabile l'uso di un'imbarcazione.Lo sgombro è uno dei pesci più utilizzati ed apprezzati della dieta mediterranea: è raccomandato dai medici per il suo apporto in grassi omega-3 particolarmente adatti per chi è affetto da ipercolosterolemia.Nel corso del xxx secolo la pesca di sgombri è aumentata sensibilmente, arrivando perfino, nel 1960, al rischio di estinzione della popolazione dell'Atlanticxxx secolo settentrionale. Nel corso degli ultimi decenni si sta approntando una pesca sostenibile.

 

 

 

 

 

 

 
Comments